18 novembre, 2019

Tributo al regista aronese candidato all'Oscar Claudio Caligari

non essere cattivo

Sarà il tributo al regista aronese Claudio Caligari, deceduto nel maggio dello scorso anno, la proiezione del film “Non essere cattivo” da lui diretto e candidato all’Oscar a Los Angeles. Il film verrà proposto ad Arona sabato 12 marzo, in due diversi momenti: alle 16, dopo la premiazione dell’Aronese dell’Anno, e alle 21. L’iniziativa è dell’<Università delle Tre Età>, sede autonoma di Arona.

Claudio Caligari è nato ad Arona, dove viveva con la madre sino a qualche anno fa. Poi si è trasferito a Roma dove ha raggiunto la notorietà. “Non essere cattivo” è la sua terza direzione. E’ la storia di vita di gioventù a Roma e nella periferia. Una storia cruda, triste, ma molto reale che il regista scomparso ha voluto documentare. La malattia lo ha sorpreso mentre stava concludendo il lavoro. L’attore Valerio Mastandrea era molto legato a lui, per buona parte del film ha collaborato, lo ha diretto alla fine quando Caligari è stato bloccato dal male. L’attore aveva un legame forte con il regista, al punto che si è impegnato per portare il film all’ultimo “Festival del Cinema” di Venezia. Era fuori concorso, ma la Giuria lo ha visionato due volte, sino a decidere di proporlo per l’Oscar. Sul palco a Venezia c’era pure la mamma, Adelina Ponti, residente ad Arona. Ancora molto vitale a dispetto di quanto dica la sua carta d’identità. Nell’occasione ha sfoggiato un’eleganza adeguata al luogo e all’evento: “Alla proiezione di Arona non voglio mancare – ha detto la signora Adelina che in questi giorni è a Roma – Debbo ringraziare chi vuole ricordare Claudio con questo evento. Porterò con me una nipote che, nata ad Arona, vive a Roma da più di mezzo secolo“. L’entusiasmo della donna traspare dagli accenti a cui ricorre. Oltreoceano il film del regista aronese si è fermato in semifinale, ma è stata comunque una grande soddisfazione per la mamma, per tutti gli amici e coloro che lo hanno conosciuto.
Il sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli, ha condiviso appieno l’iniziativa:”Non potevamo non sostenerla. Caligari è un aronese che ci ha dato lustro con le sue opere. Grazie all’Unitre che si è adoperata per promuovere la prima nella sua città natale. Alle ore 15 premieremo l’aronese dell’Anno, e subito dopo assisteremo al film“. Il nome dell’insignito per il 2016 verrà deciso dall’apposita Commissione, in base alle segnalazioni che perverranno. L’ingresso, per volontà dell’Unitre, sarà libero anche per la proiezione.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 34 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 bimbo meraviglioso

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone