24 luglio, 2019

Saharawi: prosegue il progetto “Acqua nel deserto”

camion-cisterna

Presentate nuove iniziative di solidarietà a sostegno del popolo Saharawi, con il coordinamento del circolo locale di Legambiente e con la collaborazione delle amministrazioni, delle associazioni e di privati cittadini del territorio novarese.

Il programma estivo che da diversi anni vede un gruppo dei bambini Saharawi ospiti della comunità locale per un periodo di vacanza e di cure mediche, si svolgerà dal 11 al 23 agosto e come di consueto la base dell’ospitalità sarà presso le scuole di Meina.

Sono state effettuate analisi dell’acqua potabile disponibile nei campi profughi e i risultati indicano che la qualità è compromessa, con conseguenze a lungo termine per la salute delle persone.

Il circolo di Legambiente Gli Amici del Lago, rappresentato dal suo presidente Massimiliano Caligara e coadiuvato da Paola Dal Checco, componente del direttivo dell’associazione, hanno aggiornato le amministrazioni comunali e le associazioni che collaborano al progetto di solidarietà per il popolo Saharawi, illustrando le ultime attività svolte durante la loro missione nei campi profughi nel deserto algerino. L’incontro è stato ospitato dal sindaco di Meina Fabrizio Barbieri, recentemente rieletto per un altro mandato, presso il nuovo centro culturale Canton Balin, sede della biblioteca civica.

Il viaggio di solidarietà, avvenuto nello scorso mese di marzo, ha costituito l’occasione per consegnare direttamente circa 60 kg di medicinali donati dalle farmacie locali e da alcuni cittadini, unitamente a molto materiale didattico per i ragazzi delle scuole.  Le adozioni a distanza rinnovate sono state 183 alle quali si sono aggiunte 15 nuove. Questa parte di progetto a livello locale si inserisce in un progetto di adozioni più ampio, gestito da ARCI- Città Visibili della Toscana.

I fondi raccolti hanno consentito di acquistare ed installare una nuova pompa, ripristinare alcune tubature e rendere di nuovo funzionante un camion cisterna per la distribuzione dell’acqua alle abitazioni. Inoltre è stato acquistato un fuoristrada usato, dato in gestione alle autorità, indispensabile per migliorare la mobilità e il collegamento tra le varie località desertiche.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 34 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 bimbo meraviglioso

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone