6 aprile, 2020

Saharawi: progetto di solidarietà “Acqua nel deserto”

cisterna-ripristinata-e-fuoristrada-fondi-raccolti

Quest’anno le iniziative di cooperazione nei campi profughi di Ausserd, nel deserto algerino, si estenderanno anche a Tifariti, nei territori liberati del Sahara occidentale.

Nella sala comunale di Oleggio Castello, alla presenza dei Sindaci e dei rappresentanti dei Comuni e delle associazioni del territorio, che da diversi anni sostengono le iniziative di solidarietà per il popolo Saharawi, il circolo Legambiente Gli Amici del Lago – tramite il suo presidente Massimiliano Caligara – ha illustrato le iniziative del 2020, che proseguono e ampliano il progetto “Acqua nel Deserto”.

Quest’anno gli interventi di solidarietà e cooperazione internazionale, che vengono sviluppati da tempo nel campo profughi di Ausserd, situato nel deserto algerino, si estenderanno anche a Tifariti, una delle sette “città” dei territori liberati del Sahara occidentale. Verrà attivato un progetto molto articolato, focalizzato – come i progetti degli anni precedenti – sulla raccolta e la gestione dell’acqua in territori desertici.

L’obiettivo principale di questo progetto è il ripristino di alcuni collegamenti idrici, con impianti di pompaggio e distribuzione acqua per irrigare un orto destinato alla produzione di ortaggi e vegetali. I beneficiari saranno principalmente gli alunni della scuola che fruiscono del servizio mensa e tutta la popolazione locale.

I fondi necessari alla realizzazione di questo progetto sono circa 7.500 Euro che sono in fase di raccolta con il contributo dei Comuni che da tempo sostengono l’iniziativa, ai quali si sono aggiunte le nuove adesioni di Oleggio Castello, Briga Novarese e Pisano e grazie anche ai finanziamenti elargiti da associazioni e imprese del territorio, tra cui Auser Borgomanero, le Sorelle della carità del mondo onlus, Avis Arona, il gruppo Alpini di Dormelletto, la Parrocchia di Cesara e Novacoop.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 36 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 2 bimbi meravigliosi

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone