21 agosto, 2018

Presentati i progetti di solidarietà con il popolo Saharawi

cof

Tra le varie attività di volontariato e solidarietà che coinvolge il territorio e la comunità del basso Verbano, la difficile situazione della popolazione Saharawi occupa un posto di particolare rilievo, grazie all’impegno del circolo di Legambiente Gli Amici del Lago. L’associazione da oltre dieci anni è molto attiva con raccolte di fondi e medicinali e con il coordinamento di progetti diversi – anche attraverso numerosi viaggi direttamente nei campi profughi – tra i quali diverse iniziative di adozioni a distanza e con programmi di ospitalità nel periodo estivo di gruppi di bambini Saharawi per brevi periodi di vacanza e per visite e cure mediche e odontoiatriche.

Queste iniziative di solidarietà vedono il coinvolgimento di diverse altre associazioni, degli Enti locali, di aziende e di numerosi privati.

In occasione dell’evento di Dormelletto, il presidente degli Amici del Lago, Massimiliano Caligara, in partenza nei prossimi giorni per una missione nei campi profughi con una delegazione di volontari italiani con un carico di oltre 150 kg di medicinali e materiale didattico per le scuole, ha illustrato alcune delle numerose iniziative solidali in corso. Particolarmente significativo il progetto di ripristino dei servizi igienici con acqua corrente per i ragazzi in una scuola nella wilaja (provincia) di Auserd. I lavori sono stati finanziati da Acque Novara VCO Spa, da Novacoop e 8 comuni del circondario (Arona, Borgomanero, Castelletto T., Dormelletto, Invorio, Lesa, Meina, Pombia).
Alla presentazione è intervenuta Fatima Mahfoud, rappresentante in Italia del Fronte del Polisario e della Repubblica Araba Saharawi che ha evidenziato il completo affidamento del popolo Saharawi ad una soluzione pacifica del conflitto del Sahara occidentale e chiede che vengano rispettati sia il diritto internazionale che le sentenze dei tribunali che si sono espressi con un verdetto favorevole a quanto rivendicato dai Saharawi.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 30 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 2 gambe e 2 braccia come quasi tutti
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 piccolino appena nato

CondiviShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone