8kx2h5ivd9mq1z6tgl4r ARONANET | Pd: “I giovani scappano da Arona”

25 ottobre, 2021

Pd: "I giovani scappano da Arona"

apre-il-lido-di-arona-33721

Pd e Italia Viva parlano in un comunicato stampa delle difficoltà in cui verserebbe Arona.
Dopo svariati proclami elettorali e 10 anni di vernissage, nonostante il tesoretto trovato, l’allentamento del vincolo di bilancio e le tante opere annunciate dall’attuale maggioranza, non sussistono le condizioni per giustificare la mancanza di progettualità di una città profondamente cambiata. Allontanandoci dalla visione di città lacustre e allargando la visuale ad una città industriale è evidente che la nuova realtà è costituita dai giovani che scappano da Arona, dalla popolazione in diminuzione, dall’età media in aumento con una città sempre più carente di servizi (primo fra tutti un pronto soccorso), una mobilità scarsa, un turismo “mordi e fuggi” del weekend oltre al fenomeno, sempre più insidioso, di movida fuori controllo che porta spaccio e vandalismo a beneficio di alcuni locali centrali con conseguenti disagi per i cittadini e non solo”.
L’attenzione dell’attuale amministrazione è evidente che negli ultimi anni si sia concentrata sull’apparire senza valutare a fondo le conseguenze come ad esempio l’installazione di parecchi dissuasori stradali che hanno comportato parecchi disagi alla viabilità cittadina e soprattutto ai mezzi di soccorso, come recentemente accaduto con l’ambulanza fermata dalle barriere anticamper; inoltre altro disagio che ci preme evidenziare, che senz’altro non è figlio della casualità, è quello che ha interessato il crollo della strada statale 33 del Sempione (a tutt’oggi, dopo quasi un anno, ancora non completamente ripristinata), sicuramente con dei controlli mirati sulla sicurezza, si sarebbe potuta evitare tale situazione, considerando i segnali di instabilità e pericolo precedentemente evidenziati.

L’assenza di spiagge balneabili e dei disagi relativi ai servizi annessi alla balneazione sono chiaramente emersi e sotto gli occhi di tutti i cittadini come la situazione del lido, la tristezza della tanto decantata “spiaggia del sorriso”, la confusione alle Rocchette e, infine, la nautica ormai divenuto luogo per privilegiati.

È evidente che oltre la vittoria elettorale si dovrebbe avere una concreta visione e una progettualità a lungo termine della città dimostrando con i fatti i miglioramenti effettivamente avvenuti ed evitare di vendere oltre il merito illudendo e abbagliando i propri cittadini con belle parole, frecce tricolore e qualche evento (senza controlli che garantiscano il rispetto delle normative vigenti sul distanziamento sociale, come accaduto al recente concerto). L’evidenza è che nel concreto l’attuale maggioranza, dopo 10 anni di amministrazione, consegna ai propri cittadini una città priva di una propria identità e senza aver portato un costruttivo turismo, cultura e opportunità per i giovani.

L’opposizione PD ed IV c’è e le proposte per migliorare la città non mancano quindi se da parte dell’attuale amministrazione esiste la volontà di ascoltarci siamo disponibili ad un confronto serrato e a un costruttivo dialogo per il bene di Arona”.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 36 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 2 bimbi meravigliosi

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
cvhlq10ai4xgwzyukjro