21 agosto, 2017

"No allo spostamento della biblioteca"

biblio

La biblioteca cittadina è un po’ l’argomento della settimana aronese. Corrono infatti voci che il servizio possa essere spostato nell’ex prefettura di via XX settembre. “Sono nettamente contraria e l’ho già fatto presente al sindaco in commissione, al trasferimento della Biblioteca civica lontano dal centro nello stabile della ex Pretura - ha detto la consigliera di minoranza Carla TorelliE’ stato fatto di tutto, da parte di questa amministrazione negli anni passati per far rivivere piazza san Graziano eliminando i parcheggi, posizionando le panchine, le piante, con il presepe, la fontana; si parlava, se ricordo bene, di “salotto di Arona” circondato dai suoi edifici storici su cui si affaccia la chiesa di san Graziano. E ora? Cosa vogliamo fare? Tornare a farla morire di nuovo e dire che ci si è sbagliati? Riempirla di uffici? Qualcuno l’ha soprannominata “piazza della cultura” nel centro storico di Arona in cui è approdata da tempo dopo vari spostamenti, come storica è la biblioteca che si vuole smantellare e come storico è il personaggio a cui è stata dedicata. Ritengo che non si possano dismettere così edifici storici a cui molti Aronesi sono legati e rappresentano il loro passato. Tutti sono passati dalla biblioteca,gran parte di coloro che sono seduti qui stasera anche nella maggioranza, perchè la biblioteca è sempre stata un luogo di incontro e di aggregazione per i giovani che vi passano i pomeriggi a studiare e questo contribuisce a rendere viva la piazza“.
Il sindaco Alberto Gusmeroli spiega:

“Abbiamo stanziato 36 mila euro per il progetto della biblioteca nella sede dell’ex pretura ma non è detto che riusciremo a realizzarlo. La biblioteca attuale ha una superficie di 400 metri quadri e ben 3 appartamenti adiacenti ad essere sono occupati per ricoverare i libri che all’interno della struttura non ci stanno. Quei tre appartamenti, spostando la biblioteca in un luogo più grande, risulterebbero liberi da dare alle persone bisognose di alloggio. In sintesi abbiamo 40 mila libri in più che non sappiamo dove mettere. Vorremmo quindi spostare il servizio all’ex pretura e farlo coesistere con gli studenti dell’enaip che ne sarebbero coinvolti. Questo spostamento avrebbe molti vantaggi: innanzitutto il parcheggio davanti all’edificio, 1000 metri quadrati dove posizionare i libri, un servizio nel cuore della città raggiungibile sia in macchina che a piedi e vicino a tutte le scuole. Non è intenzione per quanto riguarda la Nicotera, e lo dico chiaramente, vendere il piano terra dove attualmente c’è il museo. La nicotera eventualmente sarà venduta dove c’è la scuola”.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 30 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 2 gambe e 2 braccia come quasi tutti
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 piccolino appena nato

CondiviShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone