24 maggio, 2019

Massimo Marini

IMG_biobig

Il paesaggio è senza dubbio il tema che predilige Marini, paesaggio che definiremo di fantasia.

foto03

In lui, luci, colori nascono dalla memoria, più che dalla presa diretta della realtà. Riconosciamo in queste minuziose “vedute” suggestioni dall’antica tradizione tedesca e fiamminga e che annovera nomi quali: Grunewald, Altdorfer, Bosch.

Ma questi artisti, che avevano sperimentato le barbarie delle guerre contadine e delle successive guerre di religione, dipinsero una natura che esprimeva oscure inquietudini dello spirito, proprio come gli sfondi di Piero della Francesca avevano espresso la chiarezza dell’intelletto.

foto02
E’ dunque amore per quel genere di paesaggio che spinge Marini a dipingere soggetti rappresentanti foreste, rocce e pianure dalle infinite lontananze, ma il pittore, pur nel rispetto di quelle antiche iconografie, ne stravolge i contenuti, spogliando il paesaggio da tutto ciò che in quelle vedute appariva drammatico e primordiale.

Così la foresta dell’Altdorfer, che sembra inghiottire il San Giorgio e il drago, si trasforma per Marini in un luogo incantato ed idilliaco, dove la nuda fanciulla potrà dormire sonni sereni e la nera primordiale palude di Grunewald diverrà luogo di dolci contemplazioni.

foto01

E’ una natura, insomma, resa docile, ammaestrata e, come gli affreschi del “Buon Governo” di Ambrogio Lorenzetti, armoniosamente conservata.

Sono paesaggi che Marini gelosamente custodisce nel suo animo e che ostinatamente dipinge, quasi a voler esorcizzare ciò che drammaticamente accade nella realtà attuale.

In conclusione, la sua è unapittura che ci invita a sognare, e che attraverso i suoi limpidi colori, ci restituisce almeno l’immagine del paradiso perduto.

Antonio De Venezia

 

Massimo Marini vive e lavora ad Arona.

Le principali mostre.

Galleria d’Arte – Arona (No)
Piccolo Centro di Mastro Giacinto Gozzano (No)
Biblioteca Comunale di Belgirate – Belgirate (Vb)
Biblioteca Marazza – Borgomanero (No)
Galleria Comunale Palazzo Carmine – Cannobio (Vb)
Anna Branca Studio – Sesto Calende (Va)
Galleria Villa Ponti – Arona (No)
Galleria Comunale Palazzo Parasio – Cannobio (Vb)
Galleria Marconi 10 – Oleggio (No)
Galleria Comunale Ex Convento della Purificazione – Arona (No)
Giardino Rosmini – Stresa (Vb)
Galleria San Rocco – Cerro Laveno (Va)
Galleria Pozzi – Novara

Aronanet
Aronanet
Redazione Arona.net
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone