19 novembre, 2019

Etiquette dell’8 Marzo

Festa-della-Donna-1

Giornata della donna, giornata declinata al femminile, giornata del colore giallo …

Senza mai dimenticare che siamo prima di tutto Signore (sì, con S maiuscola)

Consigli al femminile:

  • Festeggiate se lo desiderate, ma con attenzione …

Scegliete con cura il locale, consiglierei di tralasciare quelli in cui vengono organizzati spettacolini di dubbio gusto, durante i quali le “signore” presenti si trasformano in un branco di urlatrici assatanate che inneggiano all’uomo come mamma lo ha fatto.

Garantisco: non vi è nulla di femminile ed emancipato in tutto ciò.

Se decidete di festeggiare con le amiche più care, regalatevi una serata speciale in qualche ristorantino curato e particolare, oppure organizzate una cena con chef a domicilio, tante chiacchiere ed un clima rilassato.

  • La giusta compagnia è fondamentale per la riuscita della serata.

Non intestarditevi a creare il gruppone per i festeggiamenti, non sempre il “tanti” è sinonimo di “buoni”. La riuscita della serata è certamente dovuta oltre al dove, anche al CHI. Meglio scegliere, avere accanto persone che condividono con voi la stessa idea di festeggiamento della giornata della donna, evitando imbarazzi e cadute di stile.

  • Vestitevi con gusto. La considererei come una serata modaiola in cui sfoggiare un look femminile, ma sobrio. Evitate le minigonne inguinali, i decolté generosi e il tacco 15 (soprattutto se poi non siete più che in grado di camminarci sopra con disinvoltura).

E’ lo charme di una donna che la rende sensuale ed interessante, non certamente lo spacco e un abbigliamento provocante.

  • Il colore mood della giornata è il giallo. Ma non travestiamoci da canarini, vi scongiuro. No ai total yellow, sarà sufficiente un tocco.

Consigli al maschile:

  • Ditelo con un fiore … il fiore simbolo della giornata è la mimosa, ma non siate scontati! Quindi mimosa sì, ma in un bouquet, accompagnata da altre varietà. Tulipani bianchi, anemoni, roselline, insomma … stupite le donne che volete festeggiare.

  • Quello che conta è il pensiero… davvero, è il pensiero che conta.  Provate a pensare cosa potrebbe farle piacere, una cosa che raramente fate: quale attenzione potreste regalarle? Farle da autista evitandole di prendere i mezzi pubblici? Occuparsi dei bambini concedendole una giornata di relax ? Abbiate coraggio, uscite dalla routine e stupitela con qualche cosa che non avete mai fatto.
  • Niente regali nel modo più assoluto. Non è un’occasione romantica e nemmeno un anniversario o un momento da celebrare.

Infine, se detestate la mimosa, non ne sopportate la fragranza intensa e vi viene donata, non mancate di accettare il cadeau ringraziando ugualmente con il migliore dei vostri sorrisi. Le vere signore, anche se non è il loro preferito, gradiscono sempre un dono fiorito. Prendetevene cura, ponendoli in acqua per riguardo a chi ve lo dona ed al fiore stesso.

Non dimenticate che questa giornata nasce primariamente con la volontà di commemorare tutte le donne che hanno lottato per permettere ad ognuna di noi di godere e vivere della femminilità con libertà e disinvoltura, testimoniando che non abbiamo nulla da invidiare agli uomini.

Ecco perché la condizione di “essere donna” deve essere celebrata ogni giorno, ponendosi sempre con savoir faire ed eleganza, impegnandosi a dimostrare sempre che oltre alla bellezza abbiamo testa e capacità.

Che festa della donna sia!

Anna Ubaldeschi
Anna Ubaldeschi
Anna Ubaldeschi | Etiquette Coach
Sagittario, amante del mare, del sole e delle temperature elevate.
Adoro favole, leggende e tradizioni.
Sincera all’inverosimile, vivo in mezzo ad un bosco essendo amante della natura pur essendo nata e cresciuta in una grande metropoli come Milano.
Dopo aver insegnato per tanti anni, mi dedico a rendere reali i sogni altrui, progettando e coordinando giorni indimenticabili come nozze, battesimi ed ogni evento che si desideri festeggiare.
Vera passione per l’arte del galateo ed il bon ton, fissazione per l’apparecchiatura della tavola e delle buone maniere.
Attualmente mi occupo di corsi di formazione e workshop tematici sul galateo, collaboro come contributor su tematiche legate al galateo del matrimoni e al bon ton in generale su alcuni portali e blog oltre a curare il mio blog “ Tacco 12 … ballerine”.
CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone