21 agosto, 2018

Borsa: da oggetto fashion a soggetto di style e bon ton

150701_blz_birkinbag_jpg_crop_promo-mediumlarge

Accessorio per eccellenza di ogni donna, prezioso alleato per il superamento di ogni giornata, ancora di salvezza. Andare in ufficio o a fare shopping, raggiungere gli amici per un aperitivo o recarsi ad un rendez-vouz romantico o ad una splendida serata a teatro, ogni momento di una donna ha un elemento onnipresente: la borsa.
Ultimamente il suo utilizzo è stato stravolto dall’aumento di oggetti che la riempiono, tablet, cellulare, kit “minimo” per un make up veloce e tanto altro ancora, trasformandoci spesso in vere e proprie Mary Poppins con il magico borsone.
Pensate che le prime donne borghesi dell’età vittoriana, che avevano sdoganato questo accessorio in pubblico, collocavano all’interno delle loro borse solo tre oggetti: i sali per riprendersi da uno svenimento che faceva sempre molto chic (lo svenimento non i sali), il fazzoletto, rigorosamente in tessuto pregiato e con monogramma ricamato, ça va sans dire, anche perché i Kleenex non erano stati ancora inventati, ed infine un paio di guanti, qualsiasi fosse la stagione.
Spesso erano semplici sacchetti realizzati nel medesimo tessuto dell’abito, che venivano tenuti al polso tramite un cordone ritorto in seta.
Ora il mercato presenta per le borse un’ampia e variegata gamma di fogge, materiali e vestibilità innumerevoli.
La borsa possiede un suo galateo che risponde a tutti quei quesiti che spesso le signore si pongono: come abbinare la borsa? Dove posizionarla? Come e quale utilizzare?
Queste sono solo alcune delle domande di molte donne in relazione all’accessorio femminile per eccellenza e più amato di sempre.
La borsa parla della donna, ne racconta la sua essenza, è allora importante curarne ogni dettaglio e dare così agli altri la corretta impressione.
Vediamo insieme le 7 regole per utilizzare con stile la borsa.

1 - Il necessario
Banale? Non direi visto come molte di noi, me compresa, siamo abituate a riempire le nostre borse. La borsa che utilizziamo tutti i giorni contiene tutto quello che a nostro avviso ci potrebbe tornare utile: il libro che stiamo leggendo, gli scontrini degli ultimi acquisti, la bottiglietta di acqua, i trucchi per un make-up veloce, perché non si sa mai, carta e penna, cellulare, svariati mazzi di chiavi, portafogli, documenti e chissà cos’altro.
Il bon ton vorrebbe in realtà che la borsa contenesse oggetti essenziali: portafogli e documenti, chiavi di casa e dell’auto una piccola trousse con essenziali cosmetici, fazzoletto o più attuale confezione di fazzoletti in carta in formato poket, cellulare. Tutto perfettamente riposto in modo che possa essere trovato razionalmente ed in pochi minuti (chi di voi non si è trovata a rovistare disperatamente nella shopping-bag alla ricerca delle chiavi dell’auto o dello scontrino del parcheggio?
Un grande no quindi alle borse stipate.

2 – Ordine e pulizia
La vostra borsa è una vera propria giungla di scontrini, oggetti sparsi ed inutili? Bene, è giunto il momento di fare un po’ di razionale pulizia.
Eliminate il superfluo e quotidianamente gli scontrini dispersi, organizzate l’interno con pochette differenti per contenuto o procuratevi degli organizer da borsa ed utilizzate in modo razionale tasche e cerniere già ottimizzate dalle case di fabbricazione. Non dimenticare l’emergenza: una bustina contenente un cerotto, un antidolorifico, un assorbente igienico, qualche forcina e perché no un profumo mignon con la vostra essenza … tutto ciò che potrebbe salvarvi da un imprevisto, ma in modo razionale e formato mini.

3 – Materiali e colori
Gli accessori importanti, come le borse, devono essere scelti in linea con il look indossato, accostandosi in modo armonico ad esso.
Diamo pure libero sfogo alla propria e personale sensibilità estetica, ma senza dimenticare di far riferimento alla stagionalità e all’occasione: veto alle borse in paglia e tessuto nei mesi invernali o pesanti borse in pelle corposa e tinte scure in piena estate. Altrettanto dicasi per i colori: consigliabile prediligere toni brillanti nelle ore antimeridiane della giornata scegliendo nuances più calde in estate e più fredde in inverno, mentre tonalità scure devono essere mantenute per il tardo pomeriggio e la sera, ore in cui si possono utilizzare anche i toni metallici. I toni neutri invece sono maggiormente adattabili, con le dovute accortezze, ad ogni occasione.

4 – Dimensioni ed occasioni d’uso
Grande o piccola? Le dimensioni giuste variano in base all’orario della giornata, ma anche all’occasione d’uso in cui verrà utilizzata. Un tempo le signore avevano una vita assai differente rispetto all’attuale, pertanto il galateo distingueva le borse da giorno, di media capienza da portare a mano o a braccio, e pochette o borsette da sera, riservate agli eventi più eleganti.
Oggi le donne lavorano, sono decisamente più dinamiche, hanno esigenze differenti e talvolta stanno fuori casa l’intera giornata. Per questo motivo la regola base si è lievemente modificata prevedendo l’uso di borse grandi durante il giorno, medie per il pomeriggio e borse piccole, pochette e clutch per la sera.
Quindi la dimensione della borsa decresce durante il corso della giornata.
Se non vi è possibile passare da casa prima dell’aperitivo o della cena, un’ottima soluzione sono le pochette in pandant con la shopper in cui poter riporre gli oggetti indispensabili e da tirare fuori lasciando in auto la borsa da giorno.
Avete mai notato come una borsa grande non si abbini con un abito elegante o da sera?
In caso di eventi speciali, ricevimenti, matinée, inaugurazioni, che si svolgono nelle prime ore della giornata non si dovrebbe mai utilizzare una pochette da sera, ma una bustina da giorno, ugualmente elegante, ma più adatta al momento.

5 – Abbinamenti
Dimensioni e materiali andranno, come abbiamo visto, correlati ed abbinati all’esclusività dell’evento in base al momento della giornata.
Ma la borsa deve essere rigorosamente abbinata alle scarpe?
Negli ultimi anni, le tendenze dicono che la borsa può non essere abbinata alle scarpe, né come colore, né come materiale. Scelta che si rivela molto azzeccata con i look più casual e sportivi. Però il manuale del galateo vorrebbe che scarpe e borsa fossero rigorosamente abbinate nelle situazioni più formali ed eleganti. Soluzione: dipende delle circostanze.
L’importante è che l’insieme sia armonico.

6 – Come indossarla
Indossare una borsa sembra la cosa più semplice di questo mondo: eppure anche per questo esistono dei consigli del galateo. In base alla tipologia di borsa questa potrà essere indossata a spalla, a mano o a braccio e, eccezion fatta per modelli che prevedono una doppia possibilità d’uso, sarebbe bene rispettare queste modalità ed evitare di vedere, come spesso accade, borsette da braccio o mano indossate a spalla o pochette infilate a mo’ di baguette sotto l’ascella.
Le borse a mano, inoltre, andrebbero tenute rigorosamente con la mano sinistra per permettere di avere la mano principale libera per poter interagire con gli altri e con lo spazio intorno a noi senza inutili impicci, oltre a poter tenere in mano un buon calice di bollicine.

7 – Infine: dove mettere la borsa
Ci sono delle situazioni in cui riporre la borsa non è possibile, così come non è possibile restare tutto il tempo con la borsa al braccio o in mano.
Ma è necessario fare distinzione tra i momenti.
Se siete a colazione e le dimensioni della borsa sono generose, questa potrà essere posizionata su una sedia libera accanto a voi, oppure sulla seduta tra la vostra schiena e lo schienale della sedia.
A cena invece sarà possibile viste le dimensioni ridotte, tenerla in grembo oppure sempre tra la spalliera e la propria schiena.
Non andrà mai posata a terra e tantomeno sulla tavola.
A casa di amici e conoscenti sarà la padrona di casa ad indicarvi dove poterla lasciare.
E i ganci reggi-borsa oggi in voga?
Devo ammettere che sono indubbiamente comodi … ma eleganti anche no.
Quindi mi sento di affermare che dipende dalla situazione: in occasioni e locali assolutamente informali e di giorno, possono essere utilizzati, mentre assolutamente vietati in locali eleganti, situazioni formali come i ricevimenti e la sera.
Sui mezzi pubblici va tenuta vicina per non urtare tutti i passeggeri e, diciamolo fugare possibili furti. Attenzione anche quando vi aggirate in un negozio con una shopper sulla spalla: l’accidentale caduta di oggetti dagli scafali perché colpiti dalla vostra borsa è dietro l’angolo che vi attende.
Per le donne la Borsa è il territorio del “non si sa mai” e “può sempre servire”.
E’ una grande prateria piena di buone intenzioni, speranze, progetti, ma occhio allo stile, sempre.

Anna Ubaldeschi
Anna Ubaldeschi
Anna Ubaldeschi | Etiquette Coach
Sagittario, amante del mare, del sole e delle temperature elevate.
Adoro favole, leggende e tradizioni.
Sincera all’inverosimile, vivo in mezzo ad un bosco essendo amante della natura pur essendo nata e cresciuta in una grande metropoli come Milano.
Dopo aver insegnato per tanti anni, mi dedico a rendere reali i sogni altrui, progettando e coordinando giorni indimenticabili come nozze, battesimi ed ogni evento che si desideri festeggiare.
Vera passione per l’arte del galateo ed il bon ton, fissazione per l’apparecchiatura della tavola e delle buone maniere.
Attualmente mi occupo di corsi di formazione e workshop tematici sul galateo, collaboro come contributor su tematiche legate al galateo del matrimoni e al bon ton in generale su alcuni portali e blog oltre a curare il mio blog “ Tacco 12 … ballerine”.
CondiviShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone