11 novembre, 2019

“Birra o vino? Le radici della nostra cultura”

museo (2)

Dal 24 ottobre al 22 novembre al museo archeologico di Arona verranno proposti diversi eventi che completeranno ed arricchiranno il percorso espositivo temporaneo proposto nell’ambito del progetto Next Stop condiviso con altri 10 musei del novarese e del VCO.
Sabato 24 ottobre verrà proposto un laboratorio didattico per famiglie dal titolo “Pigia, spremi e filtra” in cui si sperimenteranno i passaggi principali della trasformazione dell’uva in vino.
Per le giornate di domenica 25 ottobre e domenica 22 novembre, sono previste visite guidate del percorso, con inizio ogni 45 minuti, a partire delle 15,30.
In programma nelle giornate di sabato 14 novembre e sabato 21 novembre, alle 17 due conferenze-degustazioni, dedicate alle origini e all’attualità della produzione del vino e della birra nel territorio, la prima, <Le nostre birre. Ieri oggi e domani. Come si produce la birra nel territorio della più antica testimonianza di birra in Europa>3, presentata da Chiara Baù del Birrificio JEB di Trivero e la seconda, <Una terra di vino. Come facevamo e come facciamo il vino nel territorio novarese dall’epoca gallica ai giorni nostri> presentata da Alberto Arlunno della Cantina Cantalupo di Ghemme.
Durante tutto il periodo saranno visitabili le mostre fotografiche “Evocati orizzonti tra terra e acqua” di Roberto Canola e “Food” di Susanne Tiepelmann.
L’Assessore alla Cultura Chiara Autunno commenta: <La scelta del cibo nell’antichità come argomento dominante e come spunto di approfondimento di questa serie di eventi, è stata dettata dal volere legare il nostro territorio e l’attività culturale del museo a quanto proposto da Expo 2015. L’offerta, ricca e variegata si rivolge ad un pubblico ampio: adulti, famiglie e bambini; da tempo ormai il museo offre tipologie diverse di eventi per avvicinare un pubblico eterogeneo che si dimostra sempre molto attento e soddisfatto>.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 34 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 bimbo meraviglioso

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone