21 settembre, 2018

Avis Arona: donazioni in calo

avis-arona-lassemblea-annuale

Calano, lievemente, le donazioni, ma aumentano quelle di plasma, pressoché costante invece il numero dei nuovi donatori.

E’ la sintesi dei dati di Avis Arona sulla raccolta di sangue nell’anno appena concluso emersi nell’assemblea della comunale svoltasi nell’aula magna del municipio. Il sodalizio aronese ha presentato, venerdì 23 febbraio, nell’aula magna del municipio il resoconto dell’annata appena trascorsa alla presenza anche della direttrice sanitaria Carla Sturla che dando le opportune informazioni sanitarie sempre più attuali, ha parlato degli impegni a cui sarà chiamata la comunale in futuro.

Quest’anno nelle settanta giornate di prelievo sono state raccolte 2.380 sacche, con un decremento di 49 unità. I donatori effettivi sono stati 842 uomini e 452 donne; i donatori a riposo temporaneo, invece, sono 217. Non un calo in rosso ma che diviene punto di riflessione per chi come Avis Arona vuole continuare a dare il proprio valido contributo essendo una delle tre realtà Avis più significative della Provincia di Novara.

«Complessivamente si è registrato un calo del 2%. Nello specifico le donazioni di sangue intero sono risultate 2.354, mentre le plasmaferesi ammontano a 26 contro le 21 del 2016. 104 sono le donazioni di nuovi iscritti, il 4,4% del totale un dato che fa ben sperare ma che può essere migliorato. Da questi dati sembrerebbe che il trend negativo interrotto nel 2016 e che aveva comportato sino al 2015 un calo rilevante del numero di donazioni annue, sia ripreso, ma speriamo si sia trattato di un rimbalzo occasionale negativo» sottolinea il presidente Cesare Moriggia analizzando i dati nella sua prima relazione annuale dei soci dopo la nomina a guida della comunale. Il 2017 infatti è stato l’anno di insediamento de nuovo consiglio direttivo. L’obiettivo? «Auspichiamo che il 2018 possa riportarci verso quell’aumento costante e duraturo. Auguriamo alla comunale un anno ricco di soddisfazioni, il che vuol significare un anno di salute per chi necessita di trasfusioni di sangue che solo il nostro gesto di volontariato anonimo, gratuito, periodico e responsabile, può garantire».

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 30 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 2 gambe e 2 braccia come quasi tutti
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 piccolino appena nato

CondiviShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone