22 novembre, 2019

Campionati Italiani Giovanili di scacchi

scacchi

Dal 28 giugno al 5 luglio per la finale della 28a edizione dei Campionati Italiani Giovanili di scacchi si sono ritrovati a Montesilvano (PE) 798 giovani scacchisti, selezionati dai circa 8000 che avevano partecipato ai vari tornei di qualificazione tra settembre 2014 e maggio 2015.
Undici i ragazzi novaresi presenti: nell’ u10 femminile Valentina La Ferlita (Oleggio Castello); nell’u12 femminile Micol Codini (Cameri) e Alice Brusati (Castelletto Ticino); nell’ u12 maschile Emanuele Ciavarelli (Cameri) e Luca Fiengo (Cameri); nell’u14 maschile Andrea Pasinetti (Arona); nell’ u14 femminile Anna Delodi (Cerano), Chiara Cucchi (Cerano), Francesca Colleoni (Arona), Martina Kushova (Arona) e Greta Brusati (Castelletto Ticino).

I sostenitori della tesi che “al mare si gioca peggio perchè è troppo rilassante per gli scacchisti” nell’occasione vi hanno probabilmente ancora una volta ricevuto conferma. Difatti, almeno usando come campione le partite dei ragazzi novaresi (e comprendendo nella valutazione anche i nostri avversari, s’intende!) si è vista una qualità di gioco complessiva più bassa rispetto all’edizione 2014 di Tarvisio. Alla fine Novara nella speciale classifica per province ha comunque occupato un discreto 36o posto, più o meno confermando il piazzamento di un anno fa (33o), il che fa pensare che un po’ tutti abbiano sofferto il famigerato “over-relax”. Ma, almeno altrettanto realisticamente, una buona parte di colpa va data al gran caldo della settimana in questione, che ha senz’altro contribuito a rendere meno agevole per i ragazzi un impegno di anche tre o più ore alla scacchiera, una o due volte al giorno. Diverse partite hanno perso brillantezza proprio nelle fasi finali e in qualche occasione si è preferito accontentarsi di una patta da posizione leggermente superiore piuttosto che affrontare il rischio di un pericoloso calo di energie nei momenti critici delle sfide.

In generale, i risultati dei ragazzi novaresi non sono stati malvagi ma nemmeno entusiasmanti;
l’unica importante eccezione è stata l’acuto di Greta Brusati nell’u14 femminile: la giovane castellettese della Scacchistica Novarese (gruppo di Arona), dopo un inizio torneo diffcoltoso con due punti nelle prime cinque partite, ha trovato il ritmo giusto e ha fatto seguire una patta con Chiara Cucchi in un derby novarese combattuto e ben giocato da entrambe, e poi tre vittorie consecutive per chiudere il torneo con un eccellente sedicesimo posto con 5,5 punti su 9. Si tratta del secondo miglior punteggio di sempre nel settore femminile ai Campionati Italiani Giovanili.

Diletta Pirino
Diletta Pirino
“Masterchef della penna” (inteso come quella “da scrivere” ma pure quella “da mangiare”!)

I miei numeri:
- 34 anni
- 1 diploma in lingue
- 1 laurea in Linguaggi Dei Media
- 3 passioni esagerate (la cucina, la juve e la scrittura)
- 1 cervello sempre a caccia di novità
e..
- 1 bimbo meraviglioso

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone